Home / Dipendenti Privati / Calcolo Cessione del Quinto: Come Viene Fatto? [ESEMPI DI CALCOLO]
calcolo cessione del quinto esempi

Calcolo Cessione del Quinto: Come Viene Fatto? [ESEMPI DI CALCOLO]

cessione del quinto banner orizzontaleCome avviene il Calcolo della Cessione del Quinto?

Questa domanda è la più diffusa tra i consumatori, soprattutto perché prima di avviare le pratiche per fare richiesta del prestito, hanno bisogno di sapere quale sia il costo e quanto possano ottenere in termini di capitale.

Il meccanismo non è difficile e con l’applicazione di alcune formule si può raggiungere velocemente il risultato.

Il modo migliore, però, per imparare a fare il calcolo della cessione del quinto sono gli esempi, basati su casi tipici.

Gli Elementi Necessari al Calcolo della Cessione del Quinto

Il prestito prevede l’addebito della rata mensile direttamente in busta paga, infatti il quinto dello stipendio è la cifra massima da cedere per ripagare il capitale ricevuto e i relativi interessi.

La durata massima del rimborso è di 10 anni, ovvero di 120 mesi.

Le regole sono le stesse, come gli esempi di calcolo, per la pensione e per il salario ricevuti.

Ciò che serve per eseguire il calcolo della cessione del quinto è la busta paga, oppure il cedolino pensionistico.

Ci sono le cifre da cui iniziare a svolgere le operazioni per conoscere le somme richiedibili, così da fare i conti calibrati sulle spese da sostenere.

[av_promobox button=’yes’ label=’CLICCA QUI’ link=’affiliate-links,119′ link_target=’_blank’ color=’theme-color’ custom_bg=’#444444′ custom_font=’#ffffff’ size=’large’ icon_select=’no’ icon=’ue800′ font=’entypo-fontello’] CLICCA QUI PER RICEVERE GRATIS ALMENO 5 DIVERSI PREVENTIVI PER LA CESSIONE DEL QUINTO
[/av_promobox]

Il Salario dei lavoratori per il Calcolo della Cessione del Quinto

Per essere certi di fare un conto corretto, è bene definire quali siano gli elementi fissi della retribuzione:
– la paga minima decisa dal contratto collettivo nazionale del settore di competenza e al livello raggiunto;
– gli elementi fissi aggiunti al contratto collettivo;
– le indennità di contingenza;
– gli scatti di anzianità;
– i superminimi.

Questi fattori sono inclusi nella somma del salario netto, da utilizzare per fare il calcolo della cessione del quinto.

Mentre gli elementi variabili vanno sottratti dalla cifra lorda e questi riguardano:
– la malattia;
– gli infortuni;
– gli straordinari;
– i benefici ulteriori come i premi;
– le ferie e le festività non goduti e goduti;
– i permessi retribuiti;
– le indennità relative a mensa, turni, reperibilità, periodi di trasferta e simili;
– le trattenute fiscali e previdenziali.

La Procedura di Calcolo della Cessione del Quinto

Bastano pochi passaggi per estrarre i dati utili e quindi per effettuare le operazioni.

Il primo passo prevede il calcolo dello stipendio netto, quindi si devono eliminare le voci variabili che incidono sul salario o sulla pensione.

Nel caso dei lavoratori, in particolare, si tratta degli importi relativi agli straordinari, ai premi di produzione, ai turni e agli assegni familiari di cui eventualmente si beneficia.

Una volta ottenuta la somma netta, la si deve moltiplicare per il numero di mensilità ricevute, solitamente sono 13 o 14.

Prima di raggiungere l’ammontare da usare per il calcolo della cessione del quinto bisogna ancora compiere due divisioni.

La prima per 12, riferita ai mesi e quindi alle rate, la seconda per 5, che serve appunto a conoscere il quinto cedibile.

Infatti per conoscere l’importo totale si deve sapere indicativamente quale possa essere la rata.

Il quinto dello stipendio o della pensione costituisce il limite massimo spendibile per rimborsare il prestito ottenuto.

I passaggi descritti rappresentano la fase preliminare del calcolo cessione del quinto.

Una volta terminati i conti si passa all’uso delle formule.

Il calcolo della cessione del quinto e l’importo della rata

Per sapere come si possono fare i conti è bene procedere con alcuni esempi di calcolo della cessione del quinto.

Va precisato che online ci sono strumenti già predisposti (tipo questo qui: QuintoSubito).

Basta compilare i campi dei formulari digitali con i dati richiesti, si clicca su un tasto e in automatico, in pochissimi secondi, si ottiene il risultato.

Tuttavia conoscere la procedura da applicare risulta utile per lavorare in autonomia ed essere consapevoli dell’impegno che si va a sottoscrivere e quindi della convenienza circa l’accensione del prestito.

Supponendo di avere uno stipendio o una pensione netta di 1.500 euro al mese, il calcolo della cessione del quinto va svolto in questo modo:
1.500 x 13 = 19.500 euro (la somma netta percepita si moltiplica per le mensilità ricevute);
19.500 : 12 = 1.625 euro (la somma netta annuale deve essere divisa per il numero delle rate annuali);
1.625 : 5 = 325 euro (questo risultato è il quinto dello stipendio o della pensione che costituisce il limite massimo cedibile per pagare le rate del prestito contratto.

Queste operazioni sono propedeutiche al passaggio finale, quello che consente di arrivare a fare un conto che porti al risultato del capitale ottenibile.

[av_promobox button=’yes’ label=’CLICCA QUI’ link=’affiliate-links,119′ link_target=’_blank’ color=’theme-color’ custom_bg=’#444444′ custom_font=’#ffffff’ size=’large’ icon_select=’no’ icon=’ue800′ font=’entypo-fontello’] CLICCA QUI PER RICEVERE GRATIS PREVENTIVI PER LA CESSIONE DEL QUINTO
[/av_promobox]

 

Il Certificato di Stipendio per il Calcolo della Cessione del Quinto

I lavoratori ricevono il certificato di stipendio che riepiloga i diversi importi e le voci di spesa, per fornire al dipendente indicazioni sui costi e sui guadagni mensili e annuali.

Sul documento si può rintracciare anche l’importo massimo di un quinto applicabile alla rata.

Il calcolo della cessione del quinto è più semplice con le cifre riportate dal datore di lavoro.

Resta tuttavia la possibilità di fare le operazioni in completa autonomia, così da essere sicuri e comprendere bene i diversi passaggi per la determinazione del prestito. 

Il Cedolino della Pensione per il Calcolo della Cessione del Quinto

Fare i conti sulla pensione percepita è un po’ più semplice, perché sul cedolino è riportato con chiarezza l’importo netto ricevuto mensilmente, quindi non quello relativo al mese di riferimento, bensì quello fissato dall’Inps privo di somme accessorie per detrazioni e altri benefici del periodo indicato sul cedolino.

Va considerato che se si percepiscono più pensioni, si deve fare il cumulo per il calcolo della cessione del quinto.

La Simulazione del Calcolo della Cessione del Quinto

Per riuscire ad arrivare all’importo totale del finanziamento in base alla rata massima, bisogna tenere conto di altri fattori, come gli interessi.

Con un ulteriore esempio di calcolo si può capire come si procede.

La simulazione seguente considera un ipotetico preventivo per un finanziamento.

Montante: 21.600 euro;
Interesse: 5%, pari a 6.352,17 euro;
Assicurazioni: 3%, pari a 640 euro;
Spese accessorie: 4%, pari a 864 euro;
Capitale netto per il richiedente: 13,743,83 euro.

Da questi dati si legge facilmente che la rata massima mensile, in relazione al numero di anni per il rimborso, determina il capitale totale, tuttavia ci sono alcune spese da detrarre e queste sono variabili importanti, come si può notare dall’esempio di calcolo.

Le assicurazioni sono obbligatorie per garantire l’istituto di credito he eroga il mutuo, mentre le spese accessori si riferiscono ai costi per l’istruzione, la gestione e l’estinzione della pratica.

Il calcolo della cessione del quinto, per essere precisa, deve basarsi su tutti gli elementi, comprese le variabili determinate dalle condizioni praticate dalla singola banca o dalla singola finanziaria. 

Gli interessi nel Calcolo della Cessione del Quinto

Quando si decide di fare un conto per sapere la cifra che si può richiedere, è opportuno verificare il tasso di interesse, le condizioni contrattuali, così da avere tutte le variabili per arrivare al totale netto esatto.

I tassi di interesse si possono leggere direttamente nelle offerte degli istituti di credito, mentre le spese accessorie e le assicurazioni vanno individuate all’interno del contratto.

Riguardo alla polizza che garantisce chi eroga il prestito in caso di decesso o, per i dipendenti, di perdita del lavoro.

Vi è l’obbligo di aggiungere l’assicurazione sul prestito, ma si può scegliere liberamente la compagnia, quindi si possono trovare proposte convenienti e optare per quella meno costosa.

L’interesse più importante è il TAEG, perché include tutti i costi e per questo permette di avere una percentuale globale.

Generalmente l’informazione viene evidenziata nell’offerta avanzata dalla banca o dalla finanziaria.

Senza questo dato diventa difficile fare un calcolo della cessione del quinto, perché non si possono fare i conti sull’ammontare del capitale netto.

Una volta fatto il conto della rata massima cedibile si ha il totale lordo, quindi è opportuno cercare informazioni sulle detrazioni da applicare alla somma per conoscere quanto si abbia a disposizione e quali siano i costi per ottenere il mutuo.

Check Also

Cessione del Quinto per Acquisto Auto

Cessione del Quinto per Acquisto Auto: Ecco Come Fare!

Contenuti dell'Articolo1 Il Funzionamento del Prestito Auto2 Il Prestito Auto proposto dalla Concessionaria3 Il Finanziamento …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *