OTTIENI GRATIS IL MIGLIOR PREVENTIVO PER IL TUO PRESTITO.

DI CHE TIPO DI PRESTITO HAI BISOGNO?

Home / Cessione del Quinto / Cessione del Quinto per Dipendenti Privati / Prestiti Cambializzati: Cosa Sono e Come si Ottengono nel 2019
prestiti cambializzati 2019

Prestiti Cambializzati: Cosa Sono e Come si Ottengono nel 2019

I prestiti cambializzati rappresentano un tipo di finanziamento che, nel corso degli ultimi anni, è tornato prepotentemente a farsi presente nell’immaginario collettivo, dopo diversi anni durante i quali lo stesso venne messo in secondo piano rispetto ad altri finanziamenti.

Ecco tutto quello che bisogna conoscere sui prestiti cambializzati, affinché sia possibile effettuare una scelta ottimale qualora si debba richiedere un finanziamento e si voglia sfruttare una risorsa alternativa rispetto a quella classica.

Cosa sono i prestiti cambializzati

I prestiti cambializzati, come suggerisce il nome stesso, rappresentano un tipo di finanziamento che, come metodo di restituzione, prevede l’utilizzo delle cambiali che, durante il decennio anni 70-80, venivano sfruttate con grande frequenza vista anche la mancanza di altri metodi di pagamento che non erano ancora stati ponderati.

Questo sistema prevede la realizzazione di una serie di cambiali che rappresentano appunto le diverse rate che devono essere pagate da parte di chi ha richiesto il finanziamento stesso: proprio come accade per i bollettini, anche queste cambiali devono essere pagate nel momento in cui queste vengono inviate al debitore di un’ente bancario, che ha il preciso scopo di effettuare il pagamento.

Pertanto si tratta di un metodo di funzionamento abbastanza semplice in grado di offrire diversi vantaggi ad alcune categorie di persone che, magari, hanno deciso di optare per questo genere di finanziamento invece che per altri tipi di prestito, dettaglio che non deve essere assolutamente sottovalutato e che contraddistingue questo particolare tipo di prestito, che necessita pertanto di essere analizzato col massimo livello di attenzione.

Prestiti Cambializzati: per chi sono pensati

Questo genere di finanziamento è stato pensato per tutti coloro che, magari, si sono ritrovati in una situazione nella quale riuscire a restituire il debito è stato abbastanza complesso e le date di scadenza non sono state rispettate.

Molto spesso accade infatti che il classico prestito sia caratterizzato da una serie di dettagli che, in un primo momento, non vengono presi in considerazione o comunque valutati con precisione da parte del richiedente, andando quindi a creare una situazione di estremo svantaggio per coloro che devono richiedere un prestito.

I prestiti cambializzati si differenziano in quanto questi hanno delle caratteristiche differenti e permettono di evitare che tale tipologia di situazione si possa nuovamente venire a palesare, agevolando quindi coloro che hanno intenzione di far fronte a determinate tipologie di spese.

Oltre a chi ha avuto difficoltà nell’effettuare la restituzione del prestito, questo tipo di finanziamento viene concesso anche a coloro che non hanno un lavoro stabile e che, di conseguenza, non possono offrire una certezza come la busta paga ma, allo stesso tempo, hanno un’entrata o comunque permettono all’ente che eroga tale tipologia di finanziamento di avere una garanzia che permette appunto la concessione del prestito.

I prestiti cambializzati possono essere considerati come valida alternativa alla richiesta del classico finanziamento viste le caratteristiche vantaggiose che contraddistingue gli stessi e che faranno in modo che il richiedente possa accedere a quella somma di denaro senza che possano esserci complicanze di ogni genere.

Pertanto i prestiti cambializzati vengono definiti come l’alternativa ideale per tutti coloro che si ritrovano in una situazione di iniziale svantaggio e che necessitano di un credito per far fronte a determinate spese in tempistiche abbastanza ridotte, dettaglio che non deve essere sottovalutato.

Ma vediamo, ora, quali sono i requisti che vengono richiesti nel momento in cui il cliente di un’ente bancario o finanziario deve fronteggiare determinate spese e necessita di un finanziamento che permetta di fronteggiare tale operazione.

Prestiti Cambializzati: Quali sono i requisiti per ottenerli

Come per diversi altri finanziamenti, anche per quanto concerne i prestiti cambializzati vengono richiesti determinati requisiti, i quali permettono all’ente che erogherà questo tipo di finanziamento di avere la certezza di poter ottenere la somma di denaro richiesta dal debitore qualora questo non dovesse essere in grado di effettuare il pagamento delle rate.

Al giorno d’oggi uno dei requisiti principali, ma non fondamentali, è rappresentato dalla busta paga.

Seppur si sia detto che questo genere di prestito non comporti la presenza di tale strumento, gli enti bancari potrebbero comunque avere bisogno di tale tipologia di sicurezza, visto che questa permette di accedere quasi immediatamente, senza grosse difficoltà, al suddetto finanziamento.

Pertanto la busta paga è un elemento chiave che permette di accedere a questo tipo di prestito e qualora si parli di lavoratori indipendenti o di coloro che non hanno una busta paga, l’ente che permette di accedere a questo finanziamento potrebbe richiedere altre forme di garanzia affinché sia possibile evitare che, in caso di mancata restituzione del prestito, la stessa banca possa perdere il denaro concesso.

In questa circostanza è bene sottolineare come la stessa potrebbe richiedere il TFR come fonte di garanzia: questo significa che, qualora il debitore non fosse in grado di provvedere alla restituzione del debito acceso con l’ente bancario, quest’ultimo potrebbe decidere di rifarsi sul trattamento di fine rapporto oppure su altre fonti di reddito per poter recuperare la somma di denaro concessa a quel cliente bancario.

Un altro requisito è dato dai beni in possesso da parte del futuro debitore dell’ente bancario: casa, auto e altri beni di questo genere, il cui valore complessivo copre il prestito concesso, sono tutti elementi che permettono all’ente bancario di poter effettivamente ottenere una sorta di rimborso nel momento in cui il debitore non dovesse essere in grado di procedere con la restituzione del finanziamento.

Da aggiungere anche la presenza di un garante, altro elemento chiave che permette di accedere ai prestiti cambializzati.

In questo caso, qualora il debitore non sia in grado di effettuare il pagamento delle rate del suo debito, la banca chiederà al garante di procedere con l’effettuare il versamento della somma di denaro che caratterizza appunto le cambiali.

Queste sono tutte le differenti tipologie di garanzie che possono essere concesse da parte del debitore all’ente bancario che propone, tra le sue tante tipologie di finanziamento, anche il prestito cambializzato.

Occorre ora vedere come, nello specifico, funziona questo genere di prestito affinché sia possibile avere una panoramica generale dello stesso una volta che questo viene concesso.

Caratteristiche dei prestiti cambializzati

Sul fronte delle caratteristiche è bene sottolineare come questi prestiti siano caratterizzati da un importo che, generalmente, non supera i 50 mila euro e che, nella maggior parte dei casi, viene caratterizzato da una somma di denaro abbastanza contenuta, visto che il metodo di restituzione e le sue caratteristiche sono differenti rispetto quelle che vanno a identificare un prestito con concessione classica.

Occorre quindi sottolineare come la somma di denaro contenuta sia caratterizzata da un periodo di restituzione massimo che raggiunge l’ammontare dei dieci anni.

Si tratta quindi di un prestito la cui durata ricorda quella della cessione del quinto e di altri prestiti.

Infine occorre parlare anche dei tassi di interesse che, in questo caso, tendono a essere maggiormente superiori rispetto quelli che vanno a identificare il prestito classico.

Quando si parla di Tan e Taeg dei prestiti cambializzati bisogna sottolineare come questi siano identificati da un valore dello stesso prestito che tende a essere abbastanza elevato, dettaglio fondamentale che deve essere analizzato durante la fase di scelta dello stesso finanziamento affinché sia possibile avere tutte le diverse caratteristiche ben presenti e tenute a mente.

Pertanto queste sono tutte le differenti peculiarità che vanno a contraddistinguere i prestiti cambializzati, i quali rappresentano una valida alternativa che deve essere scelta nel caso in cui tutti gli altri tipi di finanziamento non possano essere richiesti.

Come funzionano i prestiti cambializzati

Per quanto riguarda il funzionamento, la richiesta deve essere svolta procedendo in maniera classica, affinché sia possibile ottenere il suddetto finanziamento in maniera abbastanza semplice.

Una volta che la banca decide di erogare la somma di denaro al suo cliente, questo dovrà procedere con la firma delle cambiali, procedura fondamentale che sigla appunto l’accordo tra il richiedente e lo stesso ente bancario, facendo in modo che l’accordo possa essere reso ufficiale.

Una volta che il prestito viene concesso il richiedente, con cadenza mensile, dovrà procedere alla restituzione della somma di denaro mediante il pagamento della rata, in questo caso la cambiale.

Tale procedura deve essere svolta manualmente da parte dello stesso richiedente, visto che i prestiti cambializzati non prevedono un prelievo forzoso sul conto della banca dello stesso cliente, dettaglio che non deve essere messo in secondo piano.

Il pagamento deve essere svolto regolarmente e ogni volta che il debitore effettua il pagamento della cambiale, l’ente bancario emetterà una sorta di ricevuta rilasciando anche la cambiale pagata allo stesso debitore.

Questa deve essere conservata affinché, nel caso di un eventuale controllo o controversia, lo stesso debitore possa dimostrare di aver effettuato il corretto pagamento del suo debito, evitando quindi una serie di situazioni che sono poco semplici da dover fronteggiare sia nel lungo che nel breve periodo e che necessitano di trovare una risoluzione che possa essere definita come ottimale.

Il vantaggio della rata posticipata dei prestiti cambializzati

Uno dei vantaggi principali che contraddistingue i prestiti cambializzati consiste nel fatto che il debitore, qualora dovesse riscontrare delle difficoltà nell’effettuare il pagamento della cambiale, potrà richiedere all’ente bancario di effettuare la posticipazione del pagamento della stessa rata.

In questo caso la cambiale verrà resa valida per qualche tempo, in base al contratto stipulato con la stessa, permettendo al debitore di poter far fronte alla spesa che deve essere sostenuta mensilmente, ovvero procedere col pagamento del suo debito anche in ritardo.

Se questo potrebbe sembrare un iniziale vantaggio, occorre sottolineare il fatto che la banca otterrà una somma di denaro superiore rispetto a quella inizialmente stabilita.

Maggiore sarà il ritardo che dovrà fronteggiare il debitore, superiore sarà il tasso che graverà sul debito, ovvero sulla cambiale: pertanto è sempre bene riuscire a pagare la rata mensile secondo le tempistiche che sono state stabilite con l’ente bancario nel momento in cui è stato siglato l’accordo con lo stesso.

I vantaggi per la banca coi prestiti cambializzati

Ovviamente occorre parlare anche di quelli che sono i vantaggi che potranno essere ottenuti dall’ente bancario sfruttando questa particolare formula del finanziamento.

In questa circostanza occorre parlare del fatto che la stessa potrebbe avere la certezza che il debito venga restituito da parte del credito e inoltre avere l’occasione di far valere il proprio diritto su una delle garanzia messe a disposizione del debitore durante la fase di stipulazione dello stesso contratto che lega l’ente al cliente.

Sarà quindi necessario prendere in considerazione il fatto che la banca procederà col pignoramento dei beni qualora il comportamento del cliente dovesse essere costantemente caratterizzato dal mancato pagamento delle cambiali oppure dalla richiesta di spostamento della data di scadenza della stessa cambiale.

Pertanto è opportuno valutare attentamente questo genere di situazione in maniera tale che sia possibile evitar di dover fronteggiare una situazione che potrebbe essere abbastanza dannosa per il debitore, visto che i vantaggi per la banca tendono a essere maggiormente superiori e marcati rispetto a quelli che possono essere ottenuti da parte del debitore, che potrà solamente richiedere lo spostamento della rata nel caso in cui non riesca a effettuare il pagamento puntuale della cambiale.

Conclusioni

Questi prestiti rappresentano una sorta di ultima speranza per coloro che non possono accedere ad altre tipologie di finanziamenti, in quanto solo con quelli cambializzati sarà possibile avere a propria disposizione una somma di denaro grazie alla quale far fronte alle proprie spese.

Qualora la situazione del debitore non fosse così grave, la richiesta di altri finanziamenti rappresenta la scelta ideale visto che quelli cambializzati tendono a essere abbastanza rigidi e soprattutto leggermente insidiosi rispetto agli altri.

Check Also

prestito d'onore 2019

Prestito d’onore: Cos’è e Come Funziona?

Contenuti dell'Articolo1 Il modello: lo speciale ” Honor Grant ” per gli studenti USA2 Prestiti …