OTTIENI GRATIS IL MIGLIOR PREVENTIVO PER IL TUO PRESTITO.

DI CHE TIPO DI PRESTITO HAI BISOGNO?

Home / Prestiti Personali / Prestiti Personali Migliori: Quali Sono? Eccoli!
quali sono i prestiti personali migliori

Prestiti Personali Migliori: Quali Sono? Eccoli!

Siete alla ricerca di maggiori informazioni riguardante i prestiti personali?

In questa guida verranno indicati cosa sono i prestiti personali,i loro vantaggi e svantaggi e quali sono i migliori.

Spero che questo articolo possa soddisfare le vostre esigenze, non vi rimane che prendere cinque minuti del vostro tempo e leggere quanto scritto attentamente.

Cosa sono i prestiti personali?

I prestiti personali sono dei finanziamenti ceduti ai fruitori, senza che essi debbano giustificare il modo in cui il denaro ricevuto venga speso.

In sintesi è possibile spendere la somma di denaro ricevuto in qualsiasi modo.

Grazie a questa tipologia di prestito è possibile richiedere una somma massima di denaro pari a 80.000€.

Chiunque ne abbia bisogno ha la possibilità di richiedere un prestito personale, a condizione che questo denaro non vengo utilizzato al fine di finanziare un attività professionale oppure un’impresa.

Per quanto riguarda la richiesta (dettagli che saranno descritti in maniera più approfondita, nel prossimo paragrafo) può essere effettuata:

  • in un istituto bancario;
  • società finanziaria;
  • filiale fisica;
  • filiale online.

Ovviamente vi sono diverse tipologie di offerte prestiti personali alcune a cui chiunque può fare richiesta, mentre alcune più complesse dove solo una certa tipologia di clientela ne può usufruire.

Altre tipologie di prestiti personali sono quelli indirizzati agli studenti oppure ai dipendenti pubblici, a chi vuole sistemare alcune problematiche del proprio immobile oppure per chi ha intenzione di finanziare un esercizio sportivo.

Tipologia di prestiti personali

Nel paragrafo precedente sono state citate alcune caratteristiche che vengono offerte dai vari istituti bancari e non ai clienti che richiedono un prestito personale.

In questo paragrafo andremo a vedere più nello specifico tutte le caratteristiche di prestiti sulla base di chi ne richiede l’offerta.

Prestiti senza Busta Paga

Questa tipologia di prestiti personali è destinata a coloro che non beneficiano di un lavoro, ma che hanno la necessità di usufruire del prestito personale.

Prestiti con la cessione del quinto della pensione o dello stipendio

Questa tipologia di prestiti personali è offerta a chi aveva già chiesto in precedenza un prestito ma aveva dimostrate alcune difficoltà nel pagamento delle rate oppure a chi ne richiede il suo ottenimento nonostante non disponga dei requisiti richiesti.

In sintesi le rate per rimborsare il prestito personale verranno direttamente detratte dal proprio stipendio oppure dalla propria pensione.

Delegazione di Pagamento

Questa tipologia di prestito personale è concessa solamente a chi dispone di un mestiere a tempo indeterminato.

Il suo funzionamento è uguale ai ‘prestiti con la cessione del quinto della pensione o dello stipendio‘, infatti anche in questo caso la rata verrà detratta direttamente dallo stipendio, dove si può arrivare a una detrazione massima del 40% dello stipendio complessivo.

Prestiti per Cattivi Pagatori

Questa tipologia di prestito personale viene concessa a coloro che sono già stati segnalati in maniera negativa nelle Centrali Rischi perché in passato avevano avuto delle grosse difficoltà nel rimborso delle rate e a coloro che hanno patito il protesto di una cambiale, di un vaglia cambiario oppure di un assegno.

Prestiti Cambializzati

Questa tipologia di prestiti personali è denominata anche con il nome di prestiti fiduciari.

Cioè quella tipologia di prestiti che viene rimborsata attraverso il pagamento mensile di cambiali, intestate all’istituto di credito che ha fornito il prestito.

Prestiti Vitalizi Ipotecari

Questa tipologia di prestiti personali è concessa a coloro che hanno un età superiore o uguale ai sessanta anni e che disponga di un abitazione di proprietà.

Questo prestito viene concesso solamente se il proprietario dell’abitazione decide di ipotecare l’immobile, in caso di morte del proprietario che ne diventa il nuovo proprietario può decidere di rimborsare il prestito oppure di cedere l’immobile all’istituto di credito.

Prestiti per Dipendenti Pubblici

Questa tipologia di prestito personale è concesso solo a coloro che sono iscritti alla Gestione pubblica dell’INPS.

Questa tipologia presenta sicuramente le caratteristiche più vantaggiose che qualsiasi altro prestito personale non è in grado di offrire.

Differenze principali tra Prestiti Personali e Prestiti Finalizzati

Un’altro punto di fondamentale importanza riguardante i prestiti personali, è la loro differenza con i prestiti finalizzati.

Come già scritto nel paragrafo precedente abbiamo indicato come i prestiti personali sono offerti a chiunque e senza la richiesta di conoscere quale sia il fine della spesa.

Mentre per quanto riguarda i prestiti finalizzati sono offerti solo a coloro che motivano il bene o servizio che devono acquistare usufruendo della somma di denaro richiesta.

I prestiti finalizzati vengono promossi specialmente per promuovere la vendita di un qualsiasi bene o servizio e molto spesso questi prestiti vengono sviluppati sulla base di tre entità.

Ovvero il cliente che richiede il prestito personale, il rivenditore del bene o servizio offerto e infine la società che si incarica di offrire il prestito finalizzato alla vendita di questo prodotto.

Spesso il cliente non deve nemmeno recarsi nella società che offre il prestito, ma direttamente il rivenditore si occupa di effettuare il ruolo di intermediario tra i due.

Un altro incentivo offerto per attrarre maggior clientela alla richiesta dei prestiti finalizzati, è che molto spesso richiedono lo zero per cento di costi aggiuntivi alla tassa di rimborso prestito.

La maggior parte di categorie in cui si consiglia di fare affidamento per quanto riguarda prestiti finalizzati sono: prodotti tecnologici quali smartphone oppure computer, elettrodomestici, oppure qualsiasi altro prodotto che richiede un elevata spesa da effettuare in un unico pagamento.

Mentre per quanto riguarda i prestiti personali ovvero quelli richiesti in un istituto di credito o in qualsiasi altra società che è in grado di offrirne il servizio, sono quelli indirizzati a tutti quei prodotti che non ne offrono un prestito finalizzato e perciò senza giustificare la spesa da effettuare con la somma di denaro ricevuta.

Prestito Personale Migliore: Come scegliere

Per poter selezionare il prestito personale migliore e che più si adatti alle vostre esigenze, in primo luogo bisogna controllare a quale categoria si appartiene e quindi che tipologia di prestito personale si può richiedere tra: Prestiti senza busta paga, Prestiti con la cessione del quinto della pensione o dello stipendio, Delegazione di pagamento, Prestiti per cattivi pagatori e protestati, Prestiti cambializzati, Prestiti vitalizi ipotecari, Prestiti per dipendenti pubblici.

Una volta selezionata la oppure le categorie di appartenenza si consiglia di controllare tutte le migliori offerte, in modo tale da avere un quadro generale delle offerte di cui si può richiedere beneficio e analizzare i vari vantaggi e svantaggi.

I dati che maggiormente vanno analizzati e tenuti sotto controllo prima della richiesta del prestito personale sono il TAEG e il TAN.

Il TAN ovvero tasso annuo nominativo, indica la rimunerazione dovuta a coloro che offre il prestito personale ossia il creditore.

Cioè indica qual è la percentuale di tasso interesse attribuita al prestito, rimanendo tale per tutta la durata del rimborso rateale del prestito personale.

Il TAEG ovvero il tasso annuo effettivo globale, rappresenta tutti i costi relativi al prestito personale richiesto.

Quindi possiamo affermare che il TAEG è composto oltre che dalla somma dei costi del TAN anche gli altri costi che sono: quelli di istruttoria, quelli relativi alla commissione, quelli relativi alle assicurazioni e tutti gli altri costi imposti nel contratto stipulato tra il creditore e il cliente che ne richiede beneficio.

Da questo possiamo dedurre come il TAEG sia il parametro più importante da analizzare e controllare, perciò il mio consiglio è quello di selezionare il prestito personale che presenta il TAEG inferiore (ovviamente tenendo sotto controllo l’importo richiesto e il tempo a disposizione per il suo rimborso).

Oltre il tasso annuo nominativo e il tasso annuo effettivo globale bisogna analizzare attentamente anche altri parametri che sono stipulati internamente al contratto offerto dal creditore.

Questi sono le garanzie personali e o reali offerte dall’istituto di credito.

Un esempio riguardante questo parametro può essere che, la maggior parte delle persone tendono a prediligere prestiti più costosi così da evitare la richiesta e la presenza di un fideiussore, invece alcuni potrebbero preferire l’opposto, ovvero usufruendo la presentazione di un garante, in modo tale da rendere più semplice e veloce e con buone condizioni economiche.

Un sistema fondamentale da richiedere, per poter confrontare tutti i vari prestiti personali è l’utilizzo del modulo SECCI.

In questo modulo sono presenti tutte le informazioni imposte dalla comunità europea per tutto ciò che concerne il credito offerto ai consumatori.

Nel dettaglio il modulo si occupa di elencare le spese complessive imposte contrattualmente, le sanzioni che verranno subite nel caso di mancato pagamento, le eventuali difese assicurative.

Consulenza Online

Richiedere le varie offerte da tutti gli istituti di credito e o società finanziarie può essere un compito molto complesso che potrebbe richiedere un lungo periodo di tempo, dato che bisognerebbe recarsi in ogni singola sede e richiedere le informazioni.

Per evitare questo lavoro, si consiglia l’utilizzo di questo sito web che è in grado di confrontare tutte le offerte delle varie società finanziarie.

Questo sistema vi permette di risparmiare del tempo e poter scegliere l’agenzia finanziaria giusta nel giro di poche ore.

Questa piattaforma è in grado di fornirvi tutti i dettagli che l’isituto di credito è in grado di offrire.

Tutti i passaggi per richiedere il prestito personale

Una volta scelta la filiale che più soddisfa le vostre esigenze se passa alla richiesta del prestito personale.

Ovviamente il primo passo è quello di recarsi nella filiale scelta oppure, se avete constato un buon feedback da parte della società potrete direttamente collegarvi online per la richiesta del prestito personale.

Assicuratevi di portare con voi i documenti principali che verranno richiesti per la richiesta del prestito, che sono:la carta d’identità, il codice fiscale, il permesso di soggiorno (nel caso siete cittadini provenienti dal di fuori dell’Unione Europea) ed infine la vostra busta paga oppure il cedolino della pensione (un documento che possa accertare che siate dei lavoratori oppure ricevete la pensione).

Una volta consegnata la propria richiesta, l’istituto di credito provvederà ad effettuare i controlli in tal modo da verificare che il consumatore possa realmente beneficiare del prestito personale.

Infine se i controlli andranno a buon fine l’istituto di credito provvederà con il versamento della somma richiesta attraverso un bonifico bancario oppure un assegno.

Check Also

prestito d'onore 2019

Prestito d’onore: Cos’è e Come Funziona?

Contenuti dell'Articolo1 Il modello: lo speciale ” Honor Grant ” per gli studenti USA2 Prestiti …