OTTIENI GRATIS IL MIGLIOR PREVENTIVO PER IL TUO PRESTITO.

DI CHE TIPO DI PRESTITO HAI BISOGNO?

Home / Conti e Banche / Finanziamenti a Fondo Perduto 2019: Tutte le Opportunità
finanziamenti a fondo perduto 2019

Finanziamenti a Fondo Perduto 2019: Tutte le Opportunità

In economia un finanziamento a fondo perduto è quella forma di finanziamento che viene resa accessibile mediante sovvenzionamenti e risorse messe a disposizione da parte degli stati membri dell’Unione Europea.

Tale tipologia di finanziamento da la possibilità di accedere direttamente al credito, che generalmente distribuito per facilitare i giovani ad aprire una nuova attività d’impresa, oppure per garantirne lo sviluppo.

Tuttavia per poterne usufruire bisogna necessariamente attenersi ai bandi di gara, che vengono gestiti in maniera accurata dagli enti preposti.

Chi ne fa richiesta, deve comunque rispettare alcuni requisiti speciali, infatti, verranno accettati solo quei progetti che corrisponderanno alle caratteristiche del bando.

Per quanto riguarda il nostro Paese sono stati stanziati dalla comunità europea ben 32 miliardi di euro da utilizzare dal 2019 al 2020.

Attraverso i bandi di gara queste somme di denaro vengono così suddivise in agenzie preposte o vengono destinati alle Regioni e ai Comuni, affinché alcune categorie di persone possano fare richiesta di accedere al credito, la somma messa a disposizione varia a seconda di ogni tipo di bando, il quale a sua volta all’interno verranno indicati le modalità e le quote, maturati da eventuali interessi, da restituire o meno a seconda dei casi in questione.

In Italia, l’agenzia più importante che risulta a capo, per quanto riguarda i finanziamenti a fondo perduto, si chiama Invitalia che pubblica periodicamente sul suo sito web quelli che sono i nuovi bandi Europei, risultando a sua volta sempre in continuo aggiornamento.

Il lavoro di Invitalia è quello in effetti di valutare in maniera scrupolosa quelli che sono i diversi progetti presentati e stare attenti se questi rispecchiano i requisiti richiesti dal bando.

Ma ad occuparsi dei fondi europei non vi è soltanto questa suddetta agenzia, queste ingenti somme di denaro vengono destinate anche alle Regioni e ai Comuni, il cui compito è quello di metterli a disposizione, sempre attraverso bandi di gara, a favore della comunità.

Di solito chi si rivolge agli enti preposti per ottenere un finanziamento dei fondi europei, sono per lo più i giovani che decidono di investire il proprio futuro lavorativo nel Paese d’origine, dando vita ai propri progetti e sviluppandoli anche in ambito tecnologico, consentendo alla propria persona di crescere professionalmente senza ricorrere alla necessità di trasferirsi in uno stato estero.

Per questo gli stati membri dell’Unione europea decidono ogni anno di stanziare delle risorse economiche affinché l’Europa stessa vanti della facoltà di accedere a forme di finanziamento che permettono all’intera comunità di svilupparsi in ambito scientifico, territoriale, tecnologico, medico, infrastruttutale, mediatico, e via scorrendo.

Queste agevolazioni fanno in modo di consentire alla fascia più giovane di mettersi a lavorare in proprio, dando ampio spazio e sviluppo delle proprie idee.

I settori per cui sono previsti tali fondi europei, interessano ad esempio il settore turistico, delle industrie, dei servizi, del commercio, dell’artigianato, dei servizi no profit, dell’agroindustria e simili.

Ad esempio, se prendiamo in considerazione il settore del turismo, oggi giorno risulta tra le forme più idonee nell’ottenimento del bando.

La crescita del turismo è indispensabile per ogni città, lo scopo da raggiungere sarebbe quello di esaltare e mettere in mostra le bellezze del proprio territorio, le risorse messe a disposizione infatti mirano anche a questo, nascono così nuove aziende o nuove piccole imprese, che nel tempo mettendosi all’opera con progetti innovativi, daranno luogo non solo allo sviluppo della persona stessa ma dell’intera comunità.

Aprendo una micro impresa che miri a questo settore, non solo ci si potrebbe avvalere delle proprie risorse ma si avrebbero a disposizione una serie di risorse artistiche, architettoniche, storiche, paesaggistiche offerti dal territorio stesso.

Per coloro che decidono di restare ad esempio nella propria città, mirando al settore turistico, consentiranno non solo di far crescere la propria notorietà ma anche quella del luogo in cui si decide di piantare le proprie radici lavorative attraverso progetti all’avanguardia.

Se invece, si decide di mirare al settore della medicina, l’Europa mette a disposizione fondi a favore di medici ed odontoiatri, che di seguito potranno dar luogo a nuovi uffici o ambulatori professionali, o consentiranno di rimodernare le vecchie attrezzature sanitarie con quelle di ultima tecnologia.

Questi bandi sono riservati alla comunità medica affinché si possa consentire di fare importanti ricerche in ambito scientifico e di poter ampliare a sua volta lo staff medico, dando la possibilità di nuovi posti di lavoro o di nuove figure professionali.

In questo caso, i liberi professionisti potranno essere considerati come delle piccole imprese individuali e qualora presentino progetti idonei ai bandi in questione potranno accedere ai fondi europei di sviluppo regionale, di cui appunto ne fa parte anche la sanità.

Le risorse stanziate dall’UE per quanto riguarda il campo medico ammontano a 70,2 miliardi di euro, il progetto prende il nome di Horizon 2020, proprio perché la scadenza per usufruire di questi fondi scade entro questa data.

Per chi invece nutre passione per tutto ciò che riguarda l’artigianato in genere, come ad esempio la pittura, le decorazioni, e tutto quello che ruota intorno all’arte manifatturiero, può avvalersi di finanziamenti a fondo perduto per dare origine a una vera e propria impresa personale, oppure mediante queste risorse, fare in modo di permettersi l’acquisto di nuove attrezzature che consentiranno alla persona di crescere a livello lavorativo.

Come si vede, l’Europa interviene anche in questo settore, ovviamente per ottenere i fondi bisogna sempre rispecchiare i requisiti previsti dal bando di gara messo a disposizione, mediante nuovi progetti innovativi che consentiranno la nascita e lo sviluppo della nuova impresa artigianale.

Tuttavia bisogna affrettarsi, i fondi previsti per questo settore hanno come scadenza dicembre 2019.

Le risorse finanziarie a fondo perduto servono soprattutto per rilanciare anche il commercio, valorizzando questo settore, infatti, l’Unione Europea fa in modo di far crescere la competitività tra le varie imprese e di consentire di conseguenza il loro graduale sviluppo.

A tal proposito Invitalia, mette a disposizione un bando di gara per le Regioni del Sud Italia, infatti il bando prende il nome di RESTO AL SUD, rivolto a tutti coloro che comprendono una fascia di età che varia dai 18 ai 45 anni, e che siano residenti al sud.

Questo è un bando che interessa più che altro quei ragazzi che presentano una certa mente imprenditoriale, con nuove idee e tecniche di sviluppo sia in ambito economico che commerciale, ma che non possiedono le risorse finanziare per attuare i loro progetti, bene Invitalia attraverso questi finanziamenti da loro la possibilità di mettersi in gioco nel mondo commerciale.

La Comunità Europea, mediante suddetti fondi, mira a far crescere non solo questo settore ma permette così facendo la nascita di nuovi servizi che verranno destinati ai cittadini, aumentando non solo la ricchezza di una città, di una Regione, o di un Paese, ma nell’insieme rendono più forte e competitivo l’intero continente.

Il commercio è estremamente importante, in quanto ogni giorno, ne sono protagonisti micro-medie e macro imprese e milioni di posti di lavoro.

Per questo vengono messi a disposizioni miliardi di euro in finanziamenti a fondo perduto, basta rispettare i requisiti previsti dai bandi e trovare quello più idoneo a noi.

Un altro settore estremamente importante, alla quale dobbiamo prestare obbligatoriamente attenzione, è quello riguardante la tematica ambientale.

Già dal prossimo anno, ogni attività, in qualsiasi settore, dovrà rispettare i limiti di legge per la tutela ambiente imposti dall’UE.

Ci sono infatti contributi finanziari rivolti alle grandi industrie siderurgiche oppure alle grandi aziende che lavorano in ambito del rispetto dell’ambiente e della natura.

Ultimamente, stiamo vivendo un clima di surriscaldamento globale, la colpa principale è attribuibile all’uomo, che con le sue continue attività aumenta l’inquinamento, andando ad alterare quello che è l’equilibrio dell’intero ecosistema.

Se l’uomo non inizia sin da subito a prendere seri provvedimenti rischia di alterare il clima ancora di più con terribili conseguenze negli anni avvenire.

Diverse sono state le conferenze, che ha visto riuniti tutti gli stati membri dell’UE per discutere e prendere decisioni in comune, affinché questo problema possa essere affrontato nel migliore dei modi e in tempistiche veloci.

Lo scopo è quello di diminuire il più possibile l’inquinamento marino e terrestre ripristinando l’equilibrio dell’ecosistema.

Per il settore ambientale, sono presenti risorse finanziare per ottemperare, anche in anticipo, quelli che saranno appunto le nuove normative e i nuovi limiti di legge, imposti dall’UE, attraverso la nascita di imprese che hanno come prerogativa uno sviluppo sostenibile sano e pulito nel totale rispetto dell’ambiente oppure di consentire alle imprese o le aziende già esistenti di adeguarsi e rimodernare i propri macchinari e attrezzature con quelle di ultime generazione per diminuire quelle che sono le sostanze nocive e tossiche emesse nell’aria, nel mare e nel suolo, non solo per la nostra salute ma per quella del pianeta stesso.

Gli incentivi sono previsti, in forma regolare, anche per l’agroindustria, questi permettono alle imprese di investire in termini di sviluppo aziendale, trasformando e commercializzando i prodotti agricoli.

Posso ottenere i fondi europei, sottoforma di finanziamento a fondo perduto, tutte le imprese che operano e lavorano nel medesimo settore, oppure questa forma di credito anticipato può essere accessibili a quei soggetti che presenentamo al bando di gara progetti innovativi o di sviluppo aziendale, sempre rispettando le regole e i requisiti richiesti.

Per quanto riguarda, invece, la restituzione del finanziamento, la quota verrà indicata dal contratto stesso, se invece non é prevista alcuna risoluzione del credito o in parte, l’importo dovrà essere comunque indicato come capitale di rischio del finanziamento da parte dell’invertitore o dell’azienda che si propone.

I fondi europei che vanno a caratterizzare quelli che sono i finanziamenti a fondo perduto, riguardano anche altri molteplici settori.

Come detto in precedenza, vengono indicati per spingere sullo sviluppo delle imprese o delle aziende, e mirano a far rispettare i nuovi limiti di legge a tutela dell’ambiente.

Consentono di approfondire le ricerche in ogni campo, e di innovare con nuovi progetti che potrebbero rivelarsi utili per l’intera comunità, offrendo servizi all’avanguardia con un maggiore utilizzo della tecnologia moderna.

Tuttavia alcune di queste risorse economiche e finanziare scadono a breve, alcuni nel 2019 altri nel 2020, anche se L’UE sta già pensando a come distribuirli negli anni a venire.

Check Also

prestiti per disoccupati 2019

Prestiti per Disoccupati 2019: Quali Soluzioni ci Sono per Chi Non Ha Lavoro?

Contenuti dell'Articolo1 Payday Loans o Prestiti Giornalieri2 Prestiti di Garanzia3 Prestiti a Domicilio4 Prestiti Non …